Il parapendio è il mezzo in assoluto più leggero che permetta all’uomo di volare, il più semplice mai concepito.
Fin dalla sua nascita ha suscitato immediatamente l’interesse e la fantasia di chi ha coltivato da sempre il sogno di volare.
Il ridottissimo ingombro, la praticità di preparazione, la facilità d’apprendimento del pilotaggio nelle fasi iniziali, lo rendono subito divertente, avvicinabile e praticabile da chiunque, aprendo incredibili possibilità alla diffusione degli sport dell’aria.


Le prestazioni delle moderne ali sono di tutto riguardo. Grazie alla grande evoluzione tecnologica, il pilota di parapendio riesce a sfruttare anche le più deboli correnti ascensionali prolungando il volo per ore ed ore.
Anche se con velocità più modeste di quelle del deltaplano, sono percorribili distanze incredibili, il record mondiale nei voli di distanza supera abbondantemente i 300 Km…
Con il via libera del proprio istruttore, si approda alla fase dei voli alti: iniziano i voli in solitario. Gli allievi verranno guidati via radio da due istruttori o assistenti che si troveranno sia in decollo sia in atterraggio. I primi voli verranno effettuati naturalmente in aria molto calma, per consentire all’allievo di prendere confidenza con il mezzo in assoluta tranquillità. Con il passare del tempo, oltre a imparare le manovre standard da presentare all’esame, gli allievi apprenderanno a riconoscere le correnti ascensionali che permetteranno loro di aumentare la durata del volo. I voli minimi richiesti per accedere all’esame sono trenta, ma sarà l’istruttore a valutare la possibilità di presentare l’allievo all’esame o di proseguire il percorso con altri voli.


Contemporaneamente alle lezioni pratiche, inizierà e proseguirà per tutta la durata del corso anche la parte delle lezioni teoriche, durante le quali verranno approfonditi argomenti come la meteorologia, l’aerodinamica, la legislazione, le tecniche di pilotaggio. Verranno fatte anche delle esercitazioni ai quiz previsti per l’esame finale e il rilascio dell’attestato di volo libero.
Una volta accertata la possibilità di sostenere l’esame, verrà scelta una data fra quelle programmate dall’Aero Club Italia.

Due esaminatori esterni saranno presenti per valutare le capacità e la preparazione del futuro pilota. La valutazione pratica verrà fatta sia in decollo che in atterraggio e richiede la capacità di gestire al meglio il decollo in totale autonomia, di effettuare durante il volo alcune manovre standard imparate durante il corso e di effettuare correttamentel’atterraggio. Per la valutazione teorica verranno presentati dei quiz sugli argomenti trattati durante il corso.